Passa ai contenuti

Il ciclo dell'abitudine


Il giornalista Charles Duhigg (premio Pulizer nel 2013) sostiene che Se credi di poter cambiare, se ne fai un’abitudine, il cambiamento diventa reale.

Le abitudini giocano un ruolo molto importante nella nostra vita e spesso non ne siamo nemmeno del tutto consapevoli. Per poter sostituire una cattiva abitudine con una buona si deve diventare coscienti dei meccanismi che la innescano.

Charles Duhigg sostiene che un’abitudine è formata da 3 elementi:

  • un segnale che in automatico introduce un comportamento abituale.
  • una routine fisica o mentale 
  • una ricompensa che è quella che innesca l'abitudine perchè ci porta a ricercarla nuovamente.

Questo è il cosiddetto “circolo dell’abitudine”. L’aspetto interessante è che quando nasce un’abitudine, il cervello smette di partecipare al 100% al processo di decisione. È una sorta di pattern che si innesca automaticamente e di cui spesso ignoriamo persino l’esistenza.

Facciamo un esempio per capire meglio questo ciclo dell'abitudine.
Se per esempio vogliamo smetterla di mangiare snack al lavoro, dobbiamo capire se lo facciamo perché abbiamo fame o per altri motivi. Molto spesso potremmo scoprire che dietro questa abitudine, c’è una semplice voglia di prendersi una pausa dal lavoro. La noia (segnale) innesca la routine di andare al bar o nel luogo in cui si trovano i distributori automatici (routine) dove incontriamo dei colleghi con cui chiacchierare (ricompensa). Una volta capito che quello che stiamo cercando è una chiacchierata con altre persone, ci basterà sostituire la routine e trasformare il circolo dell’abitudine nel modo seguente: noia (segnale), andare nell’ufficio di un collega (routine) e farsi una chiacchierata (ricompensa).

Prendere consapevolezza di questo ciclo dell'abitudine ci aiuterà a sostituire questa routine con qualcos'altro, aumentandone la soddisfazione.

Quando si vuole cambiare una cattiva abitudine è quindi fondamentale identificare il segnale di innesco e la ricompensa associata. 

Spesso poi si compie l’errore di voler cambiare troppe abitudini allo stesso tempo. Meglio concentrarsi su una sola abitudine fondamentale, anche perché potremmo comunque ottenere dei benefici su diversi aspetti della nostra vita.

Capire come funzionano l nostre abitudini ci permetterà di migliorare, gestire meglio il nostro tempo e ottenere i cambiamenti che desideriamo.

(se desideri approfondire è molto interessante questo articolo pubblicato dall' Internazionale).

0 Commenti

Non ci cono commenti, posta il primo!

Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.